lunedì 8 dicembre 2014

CERCHIETTO PAILLETTES E PERLE



Ecco alcuni suggerimenti per fare simpatici ed originali cerchietti per le vostre bambine o da regalare
Materiale occorente:
cerchietti di plastica spessi circa 2 cm
filo di paillettes
fili di perle piccole 

colla a caldo
Esecuzione:
Fare scaldare la colla. Prendere misura della lunghezza del cerchietto e tagliare due pezzi del filo di paillettes . Stender la colla poco alla volta e contemporaneamente applicare la passamaneria. Facendo ben attenzione a seguire il bordo esterno del cerchietto. Ripetere l’operazione anche sull’altro lato.
Al centro posizionare diverse file di perline, Sempre usando la tecnica per stendere la colla che ho spiegato all’inizio.
Il tipo di passamaneria o di decorazione puo’ variare a seconda della vostra fantasia.

Se dovete regalarli potrete metterli in un sacchettino di organza

sabato 6 dicembre 2014

CERCHIETTI CON PAILLETTES




In occasione del mercatino di Natale della scuola primaria di mia figlia, pro raccolta fondi ho realizzato dei cerchietti natalizi.
Facili da realizzare . Una ottima idea anche come regalo di Natale.
Materiale occorente:
Filo di paillettes

fili di perle piccole
perle grandi 
colla a caldo
Esecuzione:
Fare scaldare la colla. Prendere misura della lunghezza del cerchietto e tagliare a misura due fili di paillettes.
 Stender la colla poco alla volta e contemporaneamente applicare le paillettes  Facendo ben attenzione a seguire il bordo esterno del cerchietto. Ripetere l’operazione anche sull’altro lato.
Al centro posizionare la fila di perline, sempre usando la tecnica per stendere la colla che ho spiegato all’inizio. Poi successivamente applicate le perle grosse solo al centro ed ai lati altri due fili di perline piccole.
Il tipo di passamaneria o decorazione  puo’ variare a seconda della vostra fantasia.

Se dovete regalarli potrete metterli in un sacchettino di organza

giovedì 4 dicembre 2014

CERCHIETTO NATALIZIO



In occasione del mercatino di Natale della scuola primaria di mia figlia, pro raccolta fondi ho realizzato dei cerchietti natalizi.
Facili da realizzare . Una ottima idea anche come regalo di Natale.
Materiale occorente:
cerchietti di plastica spessi circa 2 cm
passamaneria
fili di perle
colla a caldo




Esecuzione:
Fare scaldare la colla. Prendere misura della lunghezza del cerchietto ed aggiungere circa 2 cm per poter ripiegare internamente la passamaneria all’inizio ed alla fine del  cerchietto. Stender la colla poco alla volta e contemporaneamente applicare la passamaneria. Facendo ben attenzione a seguire il bordo esterno del cerchietto. Ripetere l’operazione anche sull’altro lato.
Al centro posizionare la fila di perline, sempre usando la tecnica per stendere la colla che ho spiegato all’inizio.
Il tipo di passamaneria puo’ variare a seconda della vostra fantasia.

Se dovete regalarli potrete metterli in un sacchettino di organza

mercoledì 19 novembre 2014

ALTRO OBBIETTIVO .....RAGGIUNTO




Non mi stanchero’ mai di ringraziare tutto il popolo del web.


Grazie infinite del costante interessamento che mi dimostrate. Inutile dirvi che mi riempie di gioia sapere che tanti di voi traggono spunti o semplicemente sono incuriositi da cio’ che pubblico.

venerdì 7 novembre 2014

"LIBRIAMOCI"





A seguito di una splendida inizaitiva della Regione Emilia Romagna e' stato fatto un progetto chiamato per l'appunto LIBRIAMOCI per portare l'amore per la lettura nelle scuole primarie. Ad esso hanno partecipato varie figure professionali ed io ho avuto il piacere di esser stata scelta.
Ecco come mi sono raccontata......




Sono Claudia, prima di tutto sono mamma di una bimba di seconda B e  moglie di un marito , poi sono un'artista, ed una  blogger. Ho un mio  blog (praticamente un diario in internet  dove pubblico tutte le foto delle mie idee o creazioni e spiego come poterle realizzare. Faccio parte del gruppo teatro della  scuola, e lo scorso anno ho interpretato la parte della vecchietta che voleva vendere ciuchino in Shreck. Anche quest'anno mi vedrete sul palco. Nel gruppo teatro aiuto a realizzare le coreografie ed i costumi .
In arte sono Cloodreams per gli amici Clood  la traduzione sarebbe  i sogni di Claudia. 





Io amo sognare, sono curiosa, attenta a cio'che mi circonda  e tutto cio' mi aiuta a  mantenere  sveglio il cervello.
Adoro  realizzare con le mani tutto ciò che è possibile dal creare un gioco per la mia bambina a fare la conserva con i pomodori che ho seminato,  cerco di non avere limiti.
Il   mio motto è ciò che la mente pensa...la mano crea.
  Amo riciclare e dare una nuova vita ad oggetti che diversamente andrebbero buttati.

Oggi,  solo per voi sono venuta a leggervi alcune famose favole di Gianni Rodari  , le favole per bambini curiosi .....perche' voi siete curiosi ???  
Alzi la mano chi lo e' ?? (tante mani alzate...)
 Bravissimi !!!  
Vi domanderete perche sono  vestita così. ???
Sono travestita da MAGA ART ATTACK. 
Questo buffo costume l'ho realizzato io e lo uso tutte le volte  che mi capita di intrattenere dei Bambini o fare dei piccoli laboratori con loro .
Fin da piccola ho iniziato a leggere. Il mio primo libro che penso di aver letto 1....2.....3   no ora ricordo  4 volte è stato .....vediamo un Po se indovinate .....una bambina buffa con due lunghe trecce dritte .....si proprio Pippo calze lunghe.
Ricordo che quando lo leggevo diventavo improvvisamente io la protagonista, tutto cio' che c'era intorno a me (la mia camera i miei giochi) scomparivano improvvisamente. ed un'altra cosa che ricordo ancor'oggi era l'odore delle pagine mentre le sfogliavo, provate anche voi quando vi capitera'.....
Vorrei spiegarvi perche' amo leggere e perche' non ho mai smesso da quando ero grande come voi.
Il desiderio di imparare nuove cose,  in base alla passione del momento mi ha spinto a frequentare tante biblioteche, ed a comprare libri che tutt'ora conservo  come un bene prezioso . Ho così unito la lettura alla pratica ed ho imparato tutto cio' che mi interessava. Dalle tecniche di pittura, di bricolage, fai da te, giardinaggio, ricamo, cucito, cucina e tanto altro.  Leggere allarga il cervello ,  leggere fa venir sete al vostro cervello che vi chiedera' sempre di piuì di dargli nuovi libri da ....bere.....
Ora inizio a leggervi alcune favole...siete pronti .......


martedì 14 ottobre 2014

CRONOTIME BY PIO MANZU' 1966



Eccolo  l’orologio che ha accompagnato la mia vita con Mamma e Papa'. Ricordo con quanto divertimento lo giravo e rigiravo fino a comporre le forme piu’ strane.
Oggi e’ riaffiorato da un cassetto della memoria e presto arrivera’ a casa mia . Questa e' la versione originale, poi negli anni 80 Alessi ha ricommercializzato con marchio Alessi lo stesso orologia da tavolo.
Come sempre sostenuto da una ricerca iniziale ad ampio raggio di ulmiana impostazione, Pio Manzù arriva al Cronotime. Un oggetto a struttura variabile determinata da una intelligente matematica sfida alla geometria tradizionale. Composto da tre parti rotabili e orientabili, il Cronotime è oggetto modernissimo per le sue linee e primo orologio a transistor prodotto. 
Composto da tre parti rotabili e orientabili, il Cronotime è' oggetto modernissimo per le sue linee e primo orologio a transistor prodotto.
In un primo momento prodotto come oggetto promozionale per Fiat, successivamente arrivato a una produzione e distribuzione più ampia con Ritz-Italora, e in anni recenti accolto nel catalogo Alessi.

Un record, giustamente presente nella collezione del Museo di Arte Moderna di New York, già copertina della prestigiosa e intransigente “Form” (n.46, maggio 1969)

Pio Manzu' fu collui che progetto la fiat 127.

venerdì 10 ottobre 2014

MOSTARDA DI MELE CAMPANINE CON SENAPE



Autunno. . . .tempo di mele Campanine.
Si tratta di una varieta’ di mele dalle piccole dimensioni adatte ad essere consumate cotte.
In famiglia adoriamo i formaggi  importanti, quindi l’abbinamento mostarda di mele con questi e’ squisito, ed ho pensato di prepararne qualche vasetto,
Ingredienti:
10 mele varieta'  campanine
400 gr di zucchero

Essenza di senape a piacere se volete effetto piccante

Esecuzione:
Lavare le mele, togliere il torsolo ed affettarle sottili.
Disporle in una casseruola e disporle in modo da fare un strato di mele ed uno strato di zucchero.
Coprire con pellicola trasparente e riporre in frigo per 24. Ore.
Trascorso il tempo scolare il liquido e farlo rapprendere sul fuoco per alcuni minuti.
Versarlo di nuovo sulle mele e far riposare altre 24 ore. Ripetere nuovamente l’operazione.
Per ultimo far bollire liquido e mele per circa 10 minuti e mescolare con delicatezza.
Far raffreddare ed aggiungere l’essenza di senape . Provare con poche gocce poi eventualmente aumentare la quantita’.
 Versare la mostarda   fino ad un cm dal bordo. Pulire il bordo e chiudere bene.
Effettuare la sterilizzazione facendo bollire i vasetti in un tegame grande  per circa 30 minuti.
L’acqua dovra’ coprire i vasetti di almeno 3-4 cm.
Trascorso il tempo lasciare raffreddare nell’acqua, poi riporre nella dispensa,
Volendo si pi’ fare una versione piccante aggiungendo circa 15 gocce di senape.

Attenzione pero’ ad aggiungere l’essenza di senape quando la mostarda  sara’ fredda, per evitare vapori forti e sgradevoli. Inoltre l’effetto piccantezza diminuire se la mostarda  sara’ calda.

giovedì 2 ottobre 2014

KARTELL COMBO





Ecco il mio ultimo tassello di quella che forse diventera’ una collezione di arte contemporanea / Vintage. Si tratta dei  Componibili della Kartell. Sono senza dubbio uno degli esempi più famosi ed emblematici dell’approccio di Anna Castelli Ferrieri. Eclettici e senza tempo, arredano con gusto e semplicità qualsiasi ambiente della casa mimetizzandosi con lo stile desiderato. E' una serie di . Apprezzati per la qualita' del design e la sua praticita'. Il concetto e' semplice: assemblare in verticale elementi seriali per comporre mobili-contenitori versatili. Sono interamente realizzati in ABS. 
50 anni e non dimostarli.


Da comodini possono trasformarsi in tavolini da salotto, contenitori per l’ingresso di casa o per un corridoio, librerie modulari, elementi contenitivi per una.  cameretta.



Sono dotati di 4 picole ruote  e sono interscambiabili. fra di loro ,


 Per ora gli ho posizionati in camera ma presumo che ben presto visiteranno altre stanze,

mercoledì 1 ottobre 2014

MARMELLATA DI POMODORI VERDI








Approfittando del fatto che nell’ orto avevo diversi pomodori ancora acerbi, e che con l’imminente arrivo del freddo non arriveranno a maturazione, ho pensato di fare un po’ di marmellata.
Ingredienti:
2 kg di pomodori verdi
1 kg di zucchero
4 limoni non trattati
Essenza di senape a piacere (per effetto piccante)

Vasetti di piccole dimensioni
Esecuzione:
Lavare bene  pomodori e tritarli finemente a punta di coltello (cioe’ a mano ).
In un tegame unite tutti i pomodori, lo zucchero ed l succo dei limoni.
Lasciare riposare per circa 12 ore in frigo.
Pulire bene i limoni ed affettare la buccia (solo parte gialla ) . Tagliarla a pezzettini e riporla in frigo.
Trascorso il tempo aggiungere le scorze di limone ed iniziare a cuocere. Lasciare il tegame aperto in modo che si asciughi.
Occorrera’ circa 1 ora e mezza di tempo. Per capire se e’ pronta versarne un po’ su un piatto e lasciarla raffreddare. Se diventera’ dura sara’ pronta. In ogni caso dipende poi dal gusto personale.
Preparare i vasetti, pulirli ed asciugarli.
Versare la marmellata  fino ad un cm dal bordo. Pulire il bordo e chiudere bene.
Effettuare la sterilizzazione facendo bollire i vasetti in un tegame grande  per circa 30 minuti.
L’acqua dovra’ coprire i vasetti di almeno 3-4 cm.
Trascorso il tempo lasciare raffreddare nell’acqua, poi riporre nella dispensa,

Volendo si pi’ fare una versione piccante aggiungendo circa 15 gocce di senape.


Attenzione pero’ ad aggiungere l’essenza di senape quando la marmellata sara’ fredda, per evitare vapori forti e sgradevoli. Inoltre l’effetto piccantezza diminuisce se la marmellata e'  calda.

martedì 30 settembre 2014

BEFORE AND AFTER ...FRIGORIFERO




Ecco come trasformare un vecchio frigo anni 70 in modo veloce e semplice.
In un altro post vi avevo spiegato come rinnovare mobili utilizzando lo smalto epossidico bi componente. Oggi vi spieghero’ come in poco tempo potrete dare un nuovo aspetto ad un mobile che non vi piace piu.
Materiale occorrente:
Pellicola adesiva finto legno
Cutter
Forbici
Spillino o ago
Rullino morbido per stendere
Esecuzione:
Prima di tutto pulite bene il mobile che dovete rivestire. Preferibilmente dovrebbe essere laminato o impiallacciato . La superficie deve essere liscia.
Iniziate a staccare un angolo della pellicola ed applicatela in modo che sia pari al bordo . Lentamente svolgete e contemporaneamente togliete l’aria con il rullino, facendo velocemente avanti ed indietro.
Se dovessero formarsi delle bolle d’aria sollevate nuovamente e riposizionate . Se le bolle sono piccole potrete forarle con uno spillino e subito passarci sopra con il rullino.
Giunti alla fine del pannello che dovrete rivestire potrete tagliare pari con un cutter oppure proseguire seguendo il bordo. Dipende un po’ da voi.
In alternativa potrete tagliare prima a misura il pezzo di pellicola utilizzando il cutter ed un righello  lungo.
In questo caso il frigo aveva dei bordi colorati scuri ed ho preferito lasciarli dove potevo.
Se poi vi stancherete potrete sempre togliere la pellicola e pulire dai residui di colla utilizzando uno staccio ed un olio sintetico tipo W40.





CLK DOPO CLK IN POCHI GIORNI ALTRE 1000 VISITE ....




Non mi stanchero’ mai di ringraziare ogni volta che raggiungo un obbiettivo.
La ripresa dell’attivita’ sembra sia stata gradita.
In 15 giorni ho avuto 1000 visite .
Cio’ mi ha fatto raggiungere di corsa il traguardo delle 16.000 visite.


sabato 27 settembre 2014

CESTINI PORTAFRUTTA ANNI 60






Ecco dei cestini praticamente indistruttibili.  Li ho recuperati a casa della mia Mamma uno e l’altro era di mia Suocera.

Sicuramente sono appartengono agli anni 60.

Ultimamente si e’ accesa in me la passione per tutto cio’ che ‘ vintage o simile.

Non sono bellissimi ma a me piacciono, quindi li uso .














venerdì 26 settembre 2014

CARTELLO ANNI 60



L      ‘ho visto che mi guardava. . . era tutto solo in mezzo ad altri quadri e cartelli in un mercatino delle pulci. Mi sono detta, sarai mio .

giovedì 25 settembre 2014

"FOCAPIZZA" CON PASTA MADRE COTTA FORNETTO VERSILIA

FOCAPIZZA

Con pasta madre e cottura Fornetto Versilia
Ingredienti:
100 gr pasta madre
400 gr farina
Io ho usato la doppio zero perche’ in casa avevo solo quella
Mezzo bicchiere (tipo Nutella) di olio Evo
1 cucchiaio raso sale fine
300 gr acqua
10 pomodorini
1 cipolla tropea piccola
Origano
Olio Evo
Sale grosso
Fornetto Versilia diametro 28



Esecuzione:
In una ciotola capiente lavorare la pasta madre con l’acqua e farla sciogliere.
Aggiungere l’olio. Incorporare poco alla volta la farina. L’impasto deve risultare morbido e soffice. Quindi aggiungere o scarseggiare con la farina in base alla qualita’ di quest’ultima o dell’umidita’ del momento.
Poco prima di aver finito di inserire farina aggiungere sale fine e mescolare bene.

Rivestire interamente lo stampo con carta da forno . Aprire con le mani l’impasto fino a creare un buco ed inserirlo all’interno del Fornetto Versilia.
Lavare i pomodorini, tagliarli a meta’.
Con le dita schiacciate bene l’impasto fino a formare tanti buchi ed irrorate con olio evo.
Pelare la cipolla tropea  tagliarla in due nel senso verticale poi affettarla.
Disporre i pomodorini e le fette di cipolla poi spingere il tutto all’interno dell’impasto con le dita. Cospargere di sale grosso e di origano.
Coprire con il coperchio del Versilia e lasciare lievitare 12 ore.
L’impasto avra’ quasi riempito una Versilia da 28 cm di diametro.
Mettere lo spargifiamma in dotazione oppure una piastra di ghisa del diametro del tegame poi una croce di ferro per ridurre il diametro di un fornello quando si ha un piccolo tegame, ed infine appoggiare la Versilia ben chiusa. Accendere un fuoco medio (circa 3 cm diametro) per 5 minuti a fiamma alta poi abbassare un po’ meno del minimo. Dopo 45 minuti aprire il coperchio e verificare la cottura. Ovviamente il grado di cottura dipendera’ dal gusto personale.
Ricetta by cloodreams


Htpp://cloodreams.blogspot.com

venerdì 19 settembre 2014

OGGETTI DESIGN ANNI 70



Vaso di colore rosso acceso

E’ stato abbinato ad una lampada ikea e ad un raccogli riviste che e’ dello stesso colore.


Sempre rosso troneggia nel salotto , l’ennesimo svuota tasche .


mercoledì 17 settembre 2014

KARTELL SVUOTA TASCHE





Io  lo uso come svuota tasche ma in realta' si tratta di un ex posacenere.
Anche questo oggetto fa parte di una collezione  della  Kartell, design tipico italiano.

martedì 16 settembre 2014

IL PRIMO COMPLEANNO DEL MIO BLOG



. L’estate e’ anche tempo dii vacanza . . .
A dire il vero ho rallentato la produzione e la creazione pratica al minimo.
In compenso ho tante nuove idee interessanti , e spero di avere il tempo per realizzarne almeno alcune.
La “ dura” vita di mamma-moglie  e figlia, spesso mi impediscono di riuscire a ritagliare tempo per me.
Dopo tutte queste belle parole, ringrazio di cuore tutti coloro che continuano a visitare il mio Blog ed a seguirmi quotidianamente, nonostante la latitanza estiva.

15.000 visite in  1 anno

Proprio in questi giorni e’ stato il primo compleanno del mio Blog.


I blog esistenti non si contano quindi per me e’ comunque un buon traguardo. Grazie a tutti !

lunedì 15 settembre 2014

LAMPADA VADEMECUM DI JOE COLOMBO BY KARTELL ANNO 1968

LAMPADA vademecum di Joe Colombo by Kartell ANNO 1968 



Arancio, il colore tipico degli anni 70
Ecco un’altra lampada di design. 
Si tratta di una lampada della famosa Azienda Italiana Kartell .
La lampada la si puo’ aprire in modo da regolare il flusso della luce. Ha due lampadine ed il comando che permette di accenderle singolarmente o contemporaneamente.
Della stessa serie ho ancora in uso il porta ombrelli ed il posacenere.


venerdì 12 settembre 2014

LAMPADA MEZZANOTTE 029 di GIANPIERO GORGONI 1965





Lampada : Modello MEZZANOTTE 029 di Gianpiero Gorgoni anno 1965
Ha quasi 50 anni ma non li dimostra. 
Era nel solaio della mia Mamma. . . penso che fosse stato un regalo ricevuto dal mio Ho cercato su internet ed ho trovato di cosa si tratta esattamente 
mezzanotte 029 di Gianpiero Gorgoni anno 1965.
Da quanto ho potuto capire non ne esistono tanti esemplari in vendita o forse addirittura ancora in essere.

Nel sacchetto di plastica che la conteneva non risaltava.
Ma appena l’ho aperta e pulita, il suo colore bianco perlato mi ha subito colpita.

E’ diventata immediatamente la luce da lettura nella nostra camera da letto. Si puo’ orientare il fascio di luce. 










mercoledì 10 settembre 2014

TELEFONO DA CABINA TELEFONICA A MONETE


Spero che prima o poi mio marito si decida a montarlo.
Ho scoperto che e’ possibile farlo funzionare anche senza le monete. Anche perche’ questo funzionava con le 200 lire.

Lo trovo bellissimo. Chich al punto giusto e soprattutto coloratissimo.





martedì 9 settembre 2014

LA TROTTOLA


La trottola.
Il ricordo che ho piu’ vivo e’ il suono.
Spingere tante volte ripetutamente, oltre a far girare forte i Topolino e Pluto, provocava un suono tipo motore.
Non so dirvi il motivo ma mi piaceva moltissimo e tutt’ora mi evoca belle sensazioni.

Ora e’ alloggiata nella camera della nostra bambina accanto al pallottoliere.










lunedì 8 settembre 2014

REGISTRATORE GELOSO




Eccolo . . . il registratore GELOSO VANGUARD G541



Il  periodo e’ quello degli anni 60. Anche questo arriva dalla famiglia di mio marito. Io ne avevo altro tipo un po’ piu’ moderno,ma purtroppo da piccola avevo la passione per lo smonto e rimonto. Peccato che nella seconda fase qualche passaggio finiva male e non funzionava piu’ nulla.